Paperthoughts.. Pensieri di carta


Anno nuovo e nuova intervista!!

La prima di quest'anno!!
Oggi voglio presentarvi Roberta, la creativa dello shop Paperthoughts  su Etsy...ma non solo!!
Leggete e scoprite tutto il suo fantastico mondo di creazioni!



Ciao Roberta, puoi parlarci un po' di te?
Qual' è la tua formazione e quali sono i tuoi interessi?

Mi chiamo Roberta Aiello, ho quasi quarant’anni e vivo a Roma. Ho una formazione artistica, mi sono diplomata al Liceo Artistico sezione Architettura e proseguito gli studi all’Accademia di Belle Arti di Roma, seguendo il corso di Scenografia del Prof G. Castelli.
Già durante gli anni dell’Accademia ho iniziato a lavorare nell’ambito dello spettacolo come assistente scenografia, per poi proseguire anche come arredatrice e ovviamente come scenografa. Ho anche esperienza nel campo della grafica e dell’arredamento di interni e negozi.
Il mondo dello spettacolo ha subito duri colpi a causa della crisi, c’era sempre meno lavoro, pagato male o addirittura non pagato, pressapochismo e mancanza di professionalità. Così dopo dodici anni di attività ho cambiato, preferendo ricominciare dall’inizio in un’altra attività piuttosto che finire a fondo con la mia.
Così mi sono rimessa in gioco ed ho raccolto le forze e l’esperienza acquisita ed ho cominciato questa avventura del creare gioielli, trasformando il mio hobby in un lavoro.






Nel tuo Etsy shop troviamo molte creazioni fatte quasi completamente in carta.. per quale ragione hai deciso di utilizzare questo tipo di materiale?

La carta è stato il primo “mezzo” di espressione che ho utilizzato insieme al colore. Disegno da sempre e la carta è stata il materiale che ho usato di più negli anni, sia per creare dei prototipi o dei modellini, per esempio per le scenografie, oppure delle prospettive tridimensionali quando lavoravo in arredamento. Nel corso del tempo, sia a causa del mio lavoro che per la passione personale, ho accumulato campionari di carta da parati, carte da rivestimento e centinaia di immagini. 
Ho unito il tutto, recuperato dei vecchi giochi da tavolo e con l’idea del “non si butta nulla e tutto si ricrea”, sono nati i gioielli di Paperthoughts ... letteralmente pensieri di carta.



Esistono tecniche particolari da te utilizzate nella creazione dei tuoi gioielli?
Se sì..puoi darci una breve spiegazione di queste tecniche?

Le tecniche più impegnative sono quelle utilizzate per realizzare gli oggetti con le basi in legno (Scrabble- Domino)  e le immagini applicate e le collane in stile Steampunk con l’applicazione delle patine.
Per i primi occorre elaborare l’immagine al computer, stamparla e poi applicarla sulla base in legno che va levigata preventivamente e pulita; può essere una tessera del gioco domino, tanto quanto una dello scarabeo o semplici sagome quadrate o tonde. Dopo una mano di cera protettiva si attende qualche ora per poter applicare il primo strato di resina, poi il secondo e definitivo con effetto lente/vetro. Poiché faccio la lavorazione su entrambi i lati, per realizzare un oggetto ci vogliono almeno 4 giorni. Il retro degli orecchini o degli anelli, infatti, viene anche smaltato e poi resinato, questo aumenta la resistenza, le montature non si staccano e l’oggetto risulta molto più curato e rifinito.

Per le collane Steampunk, utilizzo parti di vecchi orologi, sveglie e parti in legno e poi applico le patine, così come le ho imparate nell’ambito delle lavorazioni dell’arredamento e delle costruzioni dello spettacolo.

Gli oggetti più semplici da realizzare, in realtà sono quelli con le carte da parati viniliche, dipinte a mano, oppure le immagini plastificate, ci vuole comunque e sempre del tempo per curare i dettagli.

Io non utilizzo colle a caldo o poco resistenti, resine scadenti che ingialliscono subito, perciò solo i tempi di asciugatura sono molto lunghi, ma la resa è assicurata e l'effetto decisamente migliore.





Nei tuoi gioielli si notano molte "immagini d'arte".. quali sono le tue fonti di ispirazione?


Grazie alla mia formazione artistica ho avuto modo di esplorare il mondo dell’arte in lungo e in largo.

Non saprei dirti se c’è qualcosa in particolare che mi piace, perché riesco ad apprezzare i classici dell’arte quanto quella moderna e contemporanea. 
Senza ombra di dubbio uno dei miei artisti preferiti è Fornasetti, tanto presente nelle mie Collezioni.


Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Continuare la ricerca, creare nuove Collezioni e ricominciare a disegnare per poter inserire qualche immagine creata da me piuttosto che utilizzare quelle che il mondo dell’Arte e dell’illustrazione offrono.

In questo momento vorrei riuscire a vendere più oggetti possibile per potermi “liberare” delle “vecchie Collezioni”, che per me in realtà diventano tali nel giro di poche ore…

Ho appena iniziato una campagna di saldi nel mio shop con offerte molto convenienti per tutti gli oggetti esposti appartenenti a tutte le Collezioni, perciò consiglio a tutti di approfittare per avere gli ultimi esemplari perché poi sarà tutto nuovo!
Le nuove Collezioni guarderanno ancora di più al riciclo dei materiali, i gioielli saranno un mix di materiali e tecniche diverse anche se l’elemento principale rimarrà la carta. Ho intenzione di inserire anche segnalibri, notes scatole etc. e rispolverare la tecnica dell’origami e della cartapesta e della carta fatta a mano. La Collezione Primaverile comprenderà gioielli realizzati con fiori carta e cartoncino resinati e farfalle e verrà presentata alla fine di Gennaio  su Facebook e il blog e poi inserita negli shops subito dopo.
Non mancheranno nuovi fogli digitali e templates per realizzare scatoline regalo e confezioni, segnalibri con custodia e paper dolls.

Sarà un magnifico 2012....
 almeno dal punto di vista creativo!





             roberta.aiello@fastwebnet.it

Shops:


FaceBook:

Blog:

Gli oggetti di Paperthoughts saranno presto presenti anche nello shop Blomming:



 Grazie a Roberta per questa bella intervista!!


Commenti